Rassegna stampa

  • 0

Ansa.it – Viotti (Pd), con bilancio Ue 2018 risposte ai cittadini

STRASBURGO – Con il bilancio Ue per il 2018, al voto oggi alla plenaria del Parlamento europeo “proviamo a dare risposte ad alcune esigenze dei cittadini”. E’ quanto afferma il parlamentare europeo Daniele Viotti, relatore ombra del provvedimento. “Per esempio – elenca -, inserendo 600 milioni in più sull’iniziativa per l’occupazione dei giovani, ripristinando le cifre che la Commissione aveva messo (poi ridotte dal Consiglio) sul programma Horizon per dare possibilità maggiori alle nostre imprese, alle nostre università, ai nostri enti di ricerca, ai Comuni e alle Regioni”. leggi tutto


  • 0

linkiesta.it – L’Unione Europea è l’istituzione più efficiente del mondo (ma gli Stati la vogliono morta)

Additata a causa di tutti i guai, l’Ue in realtà è un’istituzione efficiente e generosa, che ha il solo difetto di essere debole politicamente. Viotti (Pd): «Se passa la linea Macron saranno tagliati Erasmus e Garanzia Giovani: che europeismo è questo?»
di Francesco Cancellato

Eurobubble, cioè Eurobolla. Così viene chiamato quel dedalo di palazzi di vetro, corridoi, scale mobili nel centro di Bruxelles da chi ci lavora dentro, sia esso un europarlamentare, un funzionario, un lobbista. Un nome – mutuato da una web series di qualche anno fa, spiegano i più informati – che racconta l’alterità di questi luoghi rispetto a tutto quel che li circonda: Bruxelles, il Belgio, il resto del Vecchio Continente. Già, perché in pochi sanno cosa succede qua: che differenza ci sia tra Unione Europea, Parlamento Europeo, Commissione Europea e Consiglio Europeo, ad esempio. Che cosa facciano gli europarlamentari, i burocrati, gli ambasciatori e gli sherpa. O ancora, come, dove e quanti soldi vengano spesi da questa wannabe Washington D.C. in vetrocemento e acciaio. leggi tutto


  • 0

lastampa.it – CRISTOPHER CEPERNICH ALLA LIBRERIA TREBISONDA

Cristopher Cepernich presenta “Le campagne elettorali al tempo della networked politics” (Editori Laterza). Ne discutono con l’autore Andrea Appiano, Fabio Malagnino, Daniele Viotti. IL LIBRO – Che cosa sono le campagne elettorali digitali? In che cosa sono diverse dalle campagne online? Quali forme ha assunto negli ultimi anni la mobilitazione degli elettori da parte della politica? Come si rinnovano le strategie ora che sono disponibili tecnologie avanzate e analisi dei big data? Un libro utile a orientarsi in un panorama – quello della comunicazione politica ed elettorale – che ha subìto in breve tempo trasformazioni radicali. L’AUTORE – Cristopher Cepernich, sociologo, insegna al Dipartimento di Culture, Politica e Società dell’Università di Torino, dove dirige l’Osservatorio sulla Comunicazione Politica e Pubblica. Svolge attività di ricerca e didattica nel campo della sociologia dei media e della comunicazione politico-elettorale ed è caporedattore della rivista scientifica “Comunicazione Politica”.
Link. leggi tutto


  • 0

lastampa.it – LE CAMPAGNE ELETTORALI AL TEMPO DELL ENETWORKED POLITICS

Alla libreria Trebisonda, Cristopher Cepernich presenta “Le campagne elettorali al tempo della networked politics” (Editori Laterza). Ne discutono con l’autore Andrea Appiano, Fabio Malagnino, Daniele Viotti. Che cosa sono le campagne elettorali digitali? In che cosa sono diverse dalle campagne online? Quali forme ha assunto negli ultimi anni la mobilitazione degli elettori da parte della politica? Come si rinnovano le strategie ora che sono disponibili tecnologie avanzate e analisi dei big data? Un libro utile a orientarsi in un panorama – quello della comunicazione politica ed elettorale – che ha subìto in breve tempo trasformazioni radicali. Info 011/79.00.088. leggi tutto


  • 0

stampa.it – Radicali e Pd in visita nel carcere di Brissogne

Per verificare di persona la situazione segnalata dai sindacati della polizia penitenziaria che da mesi lamentano disorganizzazione, problemi gravi e violenze nel carcere di Brissogne, oggi dalle 11 circa, una delegazione del Partito Democratico e dei Radicali Italiani visiterà la casa circondariale alle porte di Aosta. Ne faranno parte l’europarlamentare piemontese del Pd Daniele Viotti, Igor Boni e Silvja Manzi, componenti della direzione nazionale dei Radicali. (…)

Articolo completo qui. leggi tutto


  • 0

lastampa.it – Nel carcere senza direttore il reinserimento è un’utopia

Una situazione difficile, ma «di certo non tra le più problematiche tra le carceri che finora abbiamo visitato». Il merito? «Del personale: le guardie carcerarie e gli educatori sono costantemente sotto organico, ma riescono a fare un lavoro eccezionale, a mantenere una situazione sin troppo tranquilla visto il loro numero ridotto». A dirlo sono Daniele Viotti, europarlamentare del Pd, Silvja Manzi e Igor Boni, componenti della direzione nazionale dei Radicali Italiani. (…)

Articolo completo qui. leggi tutto


  • 0

ansa.it – Ius soli: 11 eurodeputati dem aderiscono allo sciopero della fame

“C’è poco tempo per approvare la giusta riforma”

Ius soli: 11 eurodeputati dem aderiscono allo sciopero della fame

BRUXELLES – “C’è veramente poco tempo per approvare la riforma della cittadinanza. Una riforma giusta, segno di civiltà e lungimiranza, che prende atto della diversità che è parte integrante oggi della società italiana. Il Partito democratico ha raccolto il testimone di questa sfida è intende portarla avanti fino in fondo. Per questo abbiamo deciso, fin dall’inizio, di unire la nostra voce a quella delle centinaia di persone che in questi giorni stanno aderendo sciopero della fame indetto in favore dello ius soli e ius culturae”. Lo hanno dichiarato gli europarlamentari del PD aderenti allo sciopero della fame indetto in favore dello ius soli: Patrizia Toia, David Sassoli, Cécile Kyenge, Brando Benifei, Silvia Costa, Daniele Viotti, Alessia Mosca, Renato Soru, Elena Gentile, Luigi Morgano e Nicola Caputo. leggi tutto


  • 0

  • 0

nanopress.it – Terremoto Centro Italia: l’Ue stanzia 1,2 miliardi per la ricostruzione

Approvato lo stanziamento per 140 comuni dislocati nelle quattro regioni italiane, Marche, Umbria, Lazio ed Abruzzo, centro nevralgico dello sciame sismico del 2016 e 2017. Tajani: ‘Dall’Europa mai tanti soldi’.

Novità importanti arrivano dal Parlamento Europeo per gli abitanti delle zone colpite dal terremoto in Centro Italia, nell’agosto e nell’ottobre 2016, e nel gennaio 2017. L’UE ha approvato in via definitiva lo stanziamento di 1,2 miliardi di euro per 140 comuni dislocati nelle quattro regioni italiane, Marche, Umbria, Lazio ed Abruzzo, centro nevralgico dello sciame sismico. leggi tutto


  • 0

news-town.it – Terremoto Centro Italia, dal Parlamento europeo sì definitivo a 1,2 mld per la ricostruzione. Pd contro Salvini: “Assente al momento del voto”

Il parlamento europeo ha approvato in via definitiva lo stanziamento di un miliardo e 200 mila euro per le zone colpite dal terremoto che ha sconvolto l’Italia centrale nel’agosto del 2016.

I soldi sono quelli del Fondo di solidarietà Ue (Fsue). L’erogazione è stata approvata con 658 voti a favori, 6 contrari e 26 astensioni, come confermano i numeri diffusi in una nota da Strasburgo: “I fondi del Fsue potranno essere utilizzati per le operazioni di ricostruzione, di emergenza e di bonifica e per la protezione dei monumenti”. leggi tutto


TWITTER

dallas life coach