Notizie dall’Europa n.4 del 4 maggio 2015

  • 0

Notizie dall’Europa n.4 del 4 maggio 2015

La scorsa settimana sono stato a Strasburgo per la riunione plenaria del Parlamento. Abbiamo trattato diversi argomenti: dall’emergenza migranti al bilancio del Pe, dalla garanzia giovani alla risoluzione in materia di alcol.
In questa newsletter riassumo i passaggi importanti e ti segnalo le opportunità di lavoro e i bandi offerti dall’Europa.

DAL PARLAMENTO EUROPEO

Tutela dei nostri vini – Il Parlamento, in una risoluzione approvata mercoledì, ha chiesto alla Commissione europea di presentare una nuova strategia UE in materia di alcol che preveda la tutela dei minori (le morti dovute all’alcol tra i giovani tra i 15 e i 29 anni rappresentano il 25% delle cause di morte degli stessi) e l’inserimento di etichette con contenuto calorico, informazioni sui rischi della guida in stato di ebbrezza e consumo durante la gravidanza.

Il testo presentato andava a danneggiare, con l’eliminazione di fondi, uno dei prodotti di eccellenza su cui è basata la nostra economia: il vino. La situazione è stata evitata grazie all’approvazione di un nostro emendamento che ha ricevuto l’appoggio di tutto il gruppo dei socialisti.

Garanzia giovani  La buona notizia è che arriveranno in Italia dall’Europa 175 milioni di euro per l’occupazione giovanile. E’ stato, infatti, votato, il 29 aprile, un regolamento che aumenta di trenta volte la quota di prefinanziamento del programma Garanzia giovani. Invece dei 5,6 milioni di euro inizialmente previsti, ne arriveranno 175. Il risultato è stato ottenuto grazie alla collaborazione tra il sottoscritto in Commissione Bilancio e il collega Brando Benifei della Commissione Lavoro e relatore della proposta legislativa per il gruppo S&D. Ora gli Stati membri hanno uno strumento in più per contrastare la disoccupazione giovanile.

Incentivi per chi gestisce in modo attivo le foreste – Il Parlamento ha votato la relazione sulla nuova strategia forestale dell’Unione europea che si deve incentrare sulla gestione sostenibile delle foreste e sul loro ruolo multi funzionale, sotto il loro profilo ambientale, economico e sociale. Solo le foreste montane, sane e stabili, sono in grado di proteggere l’uomo e la natura, evitando valanghe, smottamenti e inondazioni, prevenendo i disastri che si fanno sempre più ricorrenti e prepotenti, anche nelle nostre Regioni. Gli Stati membri e le Regioni possono, dunque, avvalersi di diversi tipi di finanziamento per la gestione sostenibile delle foreste. Sfruttiamoli appieno! Il Parlamento sostiene che debba essere incentivato anche l’uso del legno come materia prima rinnovabile (ma è contrario a norme giuridicamente vincolanti per conferire priorità al suo impiego). E’ stato dimostrato che le foreste sottoposte a gestione hanno una capacità di assorbimento di CO2 superiore a quelle non gestite. Le foreste offrono anche possibilità di crescita economica: ogni euro investito in ricerca e sviluppo in bio economia, nel quadro di Horizon2020, genererà 10 euro di valore aggiunto.

Bilancio del Parlamento europeo – Sono stati votati il rendiconto sul bilancio 2013 e le prospettive di lavoro sul bilancio 2016. La strada intrapresa è quella giusta: quella verso la razionalizzazione della spesa, che è uno dei punti centrali della nostra azione politica. Dodici milioni di euro risparmiati: un giusto segnale lanciato in un contesto di grande difficoltà che segna tutta l’Unione.

Emergenza immigrazione – Dopo l’ennesima strage di migranti, il Parlamento ha dibattuto sulle strategie da adottare a livello europeo a partire dai dieci punti emersi dal Consiglio europeo straordinario del 23 aprile. Come parlamentari della delegazione italiana del Pd ci siamo presentati in Aula con i cartelli #jesuismigrant e alcuni oggetti del Museo delle Migrazioni di Lampedusa, per sensibilizzare gli altri parlamentari. Nei giorni precedenti avevamo inviato una lettera ai Capi di Stato e di Governo nella quale abbiamo ribadito l’urgenza di definire e ampliare le operazioni di soccorso e salvataggio, incoraggiare l’uso delle vie sicure, effettuare una revisione di Dublino III e creare nuove regole per l’equa distribuzione tra gli Stati membri dei richiedenti asilo e dei rifugiati.
Come membro della Commissione Bilancio ho fatto presente che i soldi ci sono. Sono bastati pochi mesi per stanziare 8 miliardi di euro per il Fondo garanzia del Piano Juncker, c’è spazio per trovare i finanziamenti necessari per affrontare la questione mediterranea con operazioni credibili, efficaci ed efficienti. E’ fondamentale che si pensi anche a fondi ad hoc per Comuni e Città che “a mani nude” si occupano dell’accoglienza e del soccorso dei profughi.

FONDI EUROPEI – GUIDE ALL’USO

La Commissione europea ha pubblicato due importanti guide che offrono indicazioni su come accedere ai fondi disponibili e su come usarli in maniera efficace. La prima riguarda i fondi strutturali e di investimento europei, la seconda (in inglese) riguarda i fondi per il settore turistico.

TIROCINI RETRIBUITI AL GRUPPO S&D

Il Gruppo S&D del Parlamento europeo ha aperto le candidature per sei programmi di stage retribuiti tramite il Fondo Francis Val, il Fondo di Cooperazione Internazionale, il Fondo Fiorella Ghilardotti, il Fondo per giovani appartenenti alla comunità rom e il Fondo per giovani con disabilità. Inoltre, il Gruppo fa accordi con associazioni, università e altri enti per accogliere tirocinanti con qualifiche specifiche.

Qui i dettagli (scadenza 24/05/15)

ALTRI BANDI 

RICERCA PARTNER

Si invita a consultare regolarmente il sito dell’Ufficio della Regione Piemonte per trovare possibili partner per l’implementazione di progetti finanziati dalla Commissione Europea. Chi è interessato può prendere contatti con l’Ufficio inviando una mail a ufficio.bruxelles@regione.piemonte.it

 

Per ricevere la newsletter “Notizie dall’Europa” scrivere a info@danieleviotti.eu


TWITTER

dallas life coach